sabato 27 aprile 2013

Paglia e fieno divorziata!



Qualche tempo fa ho acquistato una confezione di fettuccine paglia e fieno sapendo che prima o poi le avrei cucinate. Sono rimaste tanto tempo nella dispensa perché non riuscivano ad ispirarmi nessuna ricetta, volevo qualcosa di nuovo, di diverso, finché un giorno Mattia (il mio piccolochef) con il quale concordiamo sempre quello che mangiamo, mi ha detto ”Papo, cuciniamo la pasta con i coriandoli? Facciamola tutta verde come il mio colore preferito!”
Mumble…mumble…il condimento potrebbe essere un pesto, però non ho i pinoli…uhmmm…ma ho i pistacchi!!! Nel frigo ho trovato delle belle zucchine lisce di un verde intenso che però erano lì da troppo tempo e dovevo necessariamente cucinarle, così ho deciso di separare le fettuccine e preparare due condimenti diversi. Ed ecco come le abbiamo realizzate:

paglia e fieno divorziata


Ingredienti x 4 persone
½ Kg di fettuccine paglia e fieno

Condimento al Pesto di pistacchi:
1 spicchio aglio
Sale grosso qb
50 gr basilico
50 gr parmigiano
20 grPistacchi (se li fate pestare ad un bimbo, calcolatene il doppio…la metà finirà sparsa per la vostra cucina!)
Olio extra vergine di oliva qb
Olio di semi x friggere

Condimento zucchine alle tre consistenze:
6/8 zucchine (dipende dalla grandezza)
2/3 acciughe
Sale qb
Olio extra vergine di oliva qb

Per prima cosa abbiamo messo due pentole con H2o fredda sul fuoco. Mentre mattia sbuccia i pistacchi io tolgo la buccia delle zucchine con l’attrezzino che generalmente si usa per pelare le patate, non ricordo il nome, io lo chiamo Pelino! Le bucce vanno messe a bagno in H2o fredda, in questo modo verrà mantenuto intatto il colore.  Elimino la parte centrale delle zucchine, dove ci sono i semi x intenderci, 3 zucchine le taglio a dadini e le salto in padella dove avevo precedentemente fatto un soffrittino di olio e alici. Le restanti zucchine le cuocio a vapore in una delle due pentole che sono sul fuoco, in questo modo parte degli aromi delle zucchine finiranno nell’acqua di cottura della pasta, imprimendole parte del sapore. Mentre il mio piccolcohef si diverte a pestare i pistacchi nel mortaio, frullo le zucchine cotte al vapore unendo solo sale grosso macinato ed olio extra vergine di oliva, calpestando qua e la pezzettini di pistacchio che sono ovunque. Ah! Avvertenza importante nel caso in cui il “pestatore” abbia 4 anni: mettete il coperchio sopra ogni cosa che avete cotto o che state cuocendo, eviterete che i pistacchi esplosi dal mortaio vi finiscano dentro!
Nel frattempo mattia sta staccando le foglie del basilico precedentemente lavato e asciugato e io tolgo le bucce dall’H2o e le asciugo bene, poi metto sul fuoco una padella con olio di semi per friggerle.
Ora unisco tutti gli ingredienti del pesto e li trito con il miniper (lo so, il vero pesto si fa pestando appunto nel mortaio…bla..bla..però io non ho tempo oggi! Ad essere sinceri neanche la voglia!). Ho cura di lasciare parte dei pistacchi per guarnire il piatto alla fine.   L’acqua bolle e metto le fettuccine gialle nella pentola dove ho cotto le zucchine e quelle verdi nell’altra. Friggo le bucce mentre si cuoce la pasta. A cottura ultimata scolo le due paste alla velocità della luce e le impiatto come da foto e via in tavola!  


Ps. Nel frattempo Mattia ha cambiato colore preferito, ora è l’arancione per fortuna!!…chissà cosa dovrò inventarmi se un giorno sarà il viola o il fucsia..    

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Manolo, come al solito una ricetta che davvero non DILUDE!Ieri, dal nostro fornitore Tod...ho comprato dei semi di girasole decorticati e leggermente salati: che ne pensi, potrebbero essere una valida alternativa ai pistacchi?
Ciao e grazie!
Federic@

Manolo Parisi ha detto...

Per fortuna!!! altrimenti...io muoro!
ma sai che hai avuto proprio una bella idea con i semi di girasole, beh ora ti toccherà farla assolutamentissimamente!!
grazie federic@ a prestissimo, aspetto tue news ;-)