giovedì 21 marzo 2013

Bicchiere di ceci fritti...in compagnia


Bicchiere di ceci fritti...in compagnia

Questo antipasto nasce dall’idea di sfruttare diversamente un legume a me molto caro, il cecio e dall’esigenza di creare un piatto realizzato solo con gli ospiti del mio frigorifero!
Il cecio l’ho cucinato in diversi modi, ho fatto dei maltagliati (ovviamente fatti a mano) con ceci e cozze, una zuppetta di ceci e castagne che appena tornerà l’autunno vi posterò, li ho fatti in insalata con la cipolla di tropea, spesso li mangio semplicemente lessi con olio sale e rosmarino, qualche volta ho utilizzato la farina di ceci per diversi impasti, ho fatto dei purèe, delle mousse…cosa manca???
La frittura!!! Sono partito da qui.

Se vi dico gli ingredienti è meglio!!  dosi per 4 persone

CECI un pugno a testa
AMIDO DI MAIS q.b.
SENAPE IN POLVERE q.b.
POLENTA 3h
RICOTTA DI PECORA 2h
POMODORI SECCHI 4
PARMIGIANO REGGIANO
BASILICO
PREZZEMOLO

Mettete i ceci a bagno in H2o fredda per 12 ore, poi assaggiateli. Per me sono sufficientemente morbidi da poter essere fritti senza ulteriori cotture. Ora è il momento dell'infarinatura, io ho scelto l’amido di mais in quanto volevo che avessero una crosticina più leggera rispetto a quella che si ottiene con la farina. Lasciateli scolare una decina di minuti, infarinateli e metteteli sopra un setaccio...shakerate a tempo di musica al fine di evitare la formazione di grumi e di far scivolare via l’amido in eccesso, ora potete tuffarli in olio di semi bollente. Giudicate voi il grado di croccantezza che volete ottenere, personalmente li ho lasciati solo un paio di minuti in padella…le verdure e i legumi in generale mi piacciono “al dente”.
Dopo averli fatti asciugare su carta assorbente, trasferiteli  in una ciotolina con il bordo alto sulla quale farete piovere della senape in polvere setacciata e amalgamate agitando la ciotolina. Questa è una parte delicata perché c’è il rischio (ovviamente a me è successo!) che non vengano tutti insenapati, passatemi il termine, omogeneamente. Quindi il mio consiglio è di mettere la senape poco per volta ed agitare la ciotolina senza toccarli con le mani, finché non raggiungerete la dose che preferite. Magari ogni tanto ne lanciate uno in aria inseguendolo con la bocca così da rendervi conto della giusta quantità di senape.

Ravanando nel frigorifero ho trovato della polenta avanzata, così ho deciso di tagliarla a quadratini e spolverizzarla con del parmigiano reggiano. Preparate una teglia con  i quadratini di polenta e parmigiano e quei fantastici ceci! Infilatela nel forno già caldo e appena chiuso lo sportello spegnetelo…Nel frattempo  prendete la ricotta di pecora e mischiatela con il prezzemolo tritato, rigorosamente con il coltello eh! Con il composto ottenuto preparate delle quenelle che impiatterete subito, coperte da striscioline di pomodori secchi.
Tirate fuori dal forno la teglia: salate i ceci e metteteli in un bicchierino (magari ne avete di più carini rispetto al mio!), sulla polenta mettete il basilico tritato e il gioco è fatto! 
L'ordine migliore per mangiarli secondo me è: ceci, polenta e poi ricotta. Di questa ricetta mi piace l'idea che siano presenti tre consistenze differenti.

 PS. La prossima volta proverò a spolverare i ceci con il pepe

PS2. Se dovessero avanzarvi dei ceci, il giorno dopo comprate una mazzafionda e andate a divertirvi :-)

9 commenti:

Miele e Vaniglia ha detto...

ciao complimenti piatto davvero sfizioso, i ceci mi piacciono molto, ma fritti non li ho mai provati. Da oggi ti seguo :)
Rosalba

Manolo Parisi ha detto...

Grazie Rosalba! Te li consiglio vivamente...appena avrò un po' più di tempo, verrò a sbirciarti ;-)

Chiara Giglio ha detto...

grazie di essere passato da me, sfizioso questo antipasto, complimenti ! Buon we....

Manolo Parisi ha detto...

"passando" da te c'è sempre da imparare! grazie e buon we a te

Meris ha detto...

Ma guarda te! I ceci fritti! Non ci avevo mai pensato. Idea geniale. Ciao, buona domenica

Manolo Parisi ha detto...

Era l'unico modo in cui non li avevo ancora cucinati! grazie e buon we

Alessandro Zaccaro ha detto...

Buondì!
Finalmente un collega foodblogger maschio :)
Volevo farti i mie complimenti per il blog, mi sono appena iscritto ai tuoi lettori fissi così da poter essere sempre aggiornato sui tuoi nuovi post :)

Passa da me e fammi sapere cosa ne pensi
p.s. Io sono nuovo nel mondo del foodblogging quindi ogni parere/critica/complimento sono ben accetti per capire se sto facendo le cose nel modo giusto :)

Un caro saluto
Alessandro
fancyfactorylab.blogspot.it

Manolo Parisi ha detto...

Ciao Alessandro,hai ragione siamo in via di estinzione noi maschietti, un motivo in più x impegnarci :-)
Sono felice che ti piaccia il blog, grazie!
Anche io sono una new entry, per ciò dobbiamo trovare qualcuno che ci consigli a tutti e due ahahaaa...cmq verrò a farti visita!
a presto

Cristina V ha detto...

Ciao! Ti ho scelto tra i miei preferiti premiati con il Liebster Blog Award!
Complimenti per il blog e per la tua creatività!
Puoi vedere il tuo link qui:
http://beadsandwires.blogspot.it

Ciao!
Cristina